Questo sito contribuisce
alla audience di

Se me lo avessi detto, non ti avrei portato al cinema

Delle mie estati da adolescente, trascorse in vacanza con i miei, ricordo quasi tutto: Tortoreto Lido, la mia prima quasi-fidanzata a cui feci credere di aver scritto io un pezzo che invece era di Pierangelo Bertoli e le discussioni su un pezzo di Baglioni (era “Tu come stai”. Non mi tornava il fatto che dicesse “chi […]

Leggi di più…

Read more

Banca Intesa: i bulli dove sono?

La prima volta che ho avuto a che fare con le dinamiche Corporate di motivazione è stato in una sessione di orienteering per una grande multinazionale. In pratica, la sera prima ci avevano riuniti in una sessione di training con lo scopo di trasformare cento campioni mondiali di divano estremo in un incrocio fra Rambo e Cristoforo Colombo: lettura delle mappe, punti cardinali, […]

Leggi di più…

Read more

O la borsa o la vita. Carpisa e gli Altri

C’è da chiedersi come si stia trasformando nel nostro Paese un tema così delicato come il lavoro e l’occupazione giovanile poiché sembra che, quanto più il livello di emergenza salga, tanto più si abbassi l’attenzione all’etica e alla responsabilità sociale delle aziende, tutte in prima linea quando si tratta di scegliere le cornici per le “vision” e […]

Leggi di più…

Read more

Influencer: condivisione di competenze o svendita di follower?

Recentemente l’Antitrust, l’Autorità garante della Concorrenza e del mercato e lo IAP, cioè l’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria, in attesa che si sblocchi il ddl Concorrenza in discussione da due anni e che permetta di regolamentare al meglio le attività promozionali degli influencer, ha suggerito l’uso di un hashtag (#adv) quando si pubblicano post che non dichiarano in apparenza […]

Leggi di più…

Read more

I trasformisti della selezione

Quanto è corretto pubblicare corsi di formazione come se fossero Offerte di Lavoro? Ci vorrebbe più trasparenza quando si parla del futuro delle Persone. Risale a circa un anno fa l’articolo pubblicato su SenzaFiltro a firma di Rossella Nocca in cui SIDA Group, società di consulenza attiva prevalentemente su territorio marchigiano, veniva citata a fianco di altre società […]

Leggi di più…

Read more

Siamo tutti in vetrina

Scaffale “digitale” in una qualsiasi libreria Feltrinelli. Li conto. Saranno almeno 60 i libri che parlano di strategie, personal branding, vendere se stessi, usare il web in maniera corretta.  Trovarli non è difficile, basta cercare nel reparto “faccione in copertina”. Eppure, nonostante alcuni temi siano triti e ritriti, c’è ancora chi non ha capito che da quell’altra […]

Leggi di più…

Read more

E’ in arrivo in Italia Proto-Linkedin

E’ una SPA, basterà acquistare anche solo un’azione per essere in collegamento con una banca dati di professionisti come te: RIMBAMBITI. Lui si chiama Alessandro Proto. Basterebbe fare una ricerca su Google per capire di chi stiamo parlando, ma io sono molto più fortunato perchè non solo ricordo a memoria le peripezie del super manager alla conquista del […]

Leggi di più…

Read more

Lavoratori introvabili o Imprenditori che non sanno cercarli?

Da qualche giorno sui social network e in particolare su Linkedin, molti utenti stanno condividendo questa pagina del Sole24Ore di qualche giorno fa in cui una ricerca sostiene che gli imprenditori intervistati lamentano difficoltà nel reperimento di figure più o meno qualificate. In particolar modo, la ricerca sembrerebbe evidenziare due richieste molto precise da parte […]

Leggi di più…

Read more

Brunetta ha la laurea, ma io so sporzionare il pesce al ristorante

Non posso dire che l’Università non mi sia servita. Mi ha permesso di prendere in affitto il mio primo appartamento insieme a Salvatore e Luigi e di scegliere il mio primo arredamento in mancanza di IKEA, di mescolarmi con persone che non fossero la mia famiglia e profondamente diverse da me: nella velocità, negli orari, […]

Leggi di più…

Read more

Non mi fa paura Starace, ma gli studenti che lo hanno applaudito

Non mi fa paura Starace, mi fanno paura gli studenti della Luiss che l’hanno applaudito. Mi indispone che una business school faccia una scelta di immagine usando un manager con un rumoroso biglietto da visita, anziché selezionare i contenuti, esposti magari da un piccolo imprenditore sconosciuto. Mi fanno paura quei 100 rappresentanti del futuro imprenditoriale del nostro Paese, giovani virus inoculati […]

Leggi di più…

Read more

Cercasi candidato sostenibile: a km 0, proveniente dal settore, con portafoglio

Quanto ancora è sostenibile, ma soprattutto sopportabile, leggere nelle job description fra le caratteristiche richieste: “provenienza dal settore di riferimento” o “residenza in zona”? Eppure ancora oggi, nonostante nelle stesse aziende si moltiplichino le richieste di formazione sui temi del “cambiamento”, nonostante le migliaia di slide sulla disruptive economy che stanno dimostrando come i modelli manageriali di dieci […]

Leggi di più…

Read more

La formazione gratuita si chiama “marchetta”

Facendo una ricerca sui corsi di team building che prevedano al termine del percorso la camminata sui carboni ardenti risultano migliaia di link, tutti molto vecchi, datati fra il 2010 e il 2012. Fortunatamente la formazione si è evoluta. Tuttavia, fra nuovi motivatori che ti incitano a “prendere in mano la tua vita” e giovani aziende […]

Leggi di più…

Read more

I cv sono come gli spermatozoi: vince uno solo

Un dentista che scheggia un dente, un commercialista che sbaglia un conteggio, un salumiere che abbonda nel peso, un allenatore che canna la formazione nella partita più importante della stagione, una commessa che risponde male a un cliente, un cameriere di spalle, un postino che infila nella buca la lettera ad un altro civico, un […]

Leggi di più…

Read more

Come ho selezionato due fra i social media specialist più qualificati in Italia e li ho inseriti in azienda

A fronte di un aumento delle richieste di figure specializzate nel marketing e comunicazione digitale, non sono i blogger, gli “influencer” e i social-consulenti le figure più adeguate. Manca l’attitudine a lavorare in azienda.  Quando si seleziona uno specialista del social media marketing, bisogna tener conto che quasi nessuno ha fatto realmente studi di marketing (quelli tradizionali e che sono […]

Leggi di più…

Read more

Non abbiate paura di assumere Persone migliori di voi. Il Manifesto dell’Azienda che Vorrei

Da poche ore esiste un “Manifesto dell’Azienda che Vorrei”: undici tesi che ribaltano la cultura di un mondo aziendale che premia solo le idee dei Capi, che esalta gli orari di lavoro lunghi e le email notturne, che non tiene di conto il benessere dei propri dipendenti. Realizzato da un Gruppo di Studenti selezionati da Cir-Food e […]

Leggi di più…

Read more

7 punti fondamentali per scegliere con intelligenza il Master più utile alle proprie esigenze

Scegliere il Master (manageriale) sbagliato fa male al portafogli e alla propria preparazione.  Settembre. Tempo di decisioni e di propositi aziendali. Gli imprenditori e i manager ripianificano le attività e sono pronti a conquistare tutto il mercato disponibile (tanto ogni 4 mesi ci sono i Reforecast per gli “aggiustamenti” e gli “alibi”), i dipendenti silenziosamente […]

Leggi di più…

Read more

Lavorare (h)a tutti i costi. Quelli che non vogliono il Ferragosto

Il lavoro nobilita l’uomo. Non c’è dubbio. Averlo oggi è un lusso e una fortuna da tenere ben stretti. Come la salute, gli amici, gli affetti e un cervello riposato e produttivo. Nell’arco di poche ore su Facebook si apre un dibattito che inizia cosi: Ero convinto che le ferie fossero un benefit intoccabile. Un […]

Leggi di più…

Read more

Chi ha portato a Cesena i FooFighters ha tanto da insegnare alle aziende

I 1000 rockers che hanno suonato “learn to Fly” al fine di convincere Dave Grohl e soci FooFighters a suonare a Cesena, non è solo un video fantastico da postare sulle bacheche di Facebook e condividere all’infinito, è una vera e propria case history da insegnare nelle aziende tradizionali e (anche) alle startup. Mi spiego meglio. In questo progetto c’è […]

Leggi di più…

Read more

Il buon manager si vede nel momento della pausa

Spediscono email notturne e sono sempre “sotto budget”: sono la vera sconfitta di chi ha perso interessi e curiosità. C’è un brano musicale che dovrebbe avere all’incirca 60 anni, scritto da John Cage, musicista eclettico e per certi versi poco disposto a farsi costringere nei canoni della musica tradizionale, che si chiama 4’33”. Il brano, scritto per […]

Leggi di più…

Read more

Orchestrali a spasso e bacchette spezzate in azienda

Adesso che la Primavera a Roma è definitivamente sbocciata, nel mezzo delle Piazze o agli angoli delle strade la loro musica dilaga prepotentemente attraverso il brusio dei turisti, nel vociare dei commercianti del Centro, nei bisbigli dei camerieri che “buttano dentro”, all’esterno delle trattorie fra il Pantheon e Campo dei Fiori. Li senti bene, perché quella musica non […]

Leggi di più…

Read more

In Cinese, “crisi” non vuol dire affatto “pericolo / opportunità”

Siate onesti: quanti di voi negli ultimi sette anni si sono visti propinare la storiella che in cinese la parola crisi è formata dai due ideogrammi “pericolo” e “opportunità”? Ma soprattutto, quanti se la sono rivenduta? Sono bastati 5 secondi di ricerca su Google per mandare in fumo formazioni aziendali, articoli sui giornali di business, […]

Leggi di più…

Read more

Che piacere risentirti! Relazioni sincere ed offerte di lavoro.

Nella ricerca di un nuovo lavoro la possibilità di successo sarà proporzionale alla capacità di relazioni e networking che avrete instaurato nei 4 anni precedenti al momento del bisogno. Ma soprattutto alla capacità sociale di ogni individuo di gestire la propria posizione professionale in maniera equilibrata, ricordandosi sempre che certe poltrone “non sono per sempre” e che, se non fa propriamente parte del […]

Leggi di più…

Read more

5 sfumature di consulenti freelance

Consulenti. Ormai sono dappertutto. Se fino a qualche anno fa si nascondevano dietro a grossi nodi di cravatta e scarpe a punta quadrata nei palazzoni di Andersen Consulting, Boston Consulting, Deloitte Consulting (no, non finiscono tutti per ing, ci sono anche:) Cap Gemini o Ernst & Young, i consulenti aziendali si sono moltiplicati. Sporadi senza controllo, infestano […]

Leggi di più…

Read more

Ricollocarsi a 64 anni senza il minimo problema.

Ricollocarsi si sa, non è semplice. Dal 2008 ad oggi pare che siano circa 100.000 i manager che hanno perso il lavoro. Solo una minima parte di questi è riuscito a ricollocarsi in mansioni spesso differenti dalla precedente o votandosi alla consulenza. Ma c’è una case history che deve essere di insegnamento per tutti: un candidato straordinario […]

Leggi di più…

Read more

Non è più tempo di giocare con i contratti a tempo

Di fronte ai dati discordanti fra Governo che proclama 50.000 nuovi posti di lavoro nell’ultimo mese (anche se il sospetto che la stagione turistica italiana gonfi queste cifre in maniera strategica per Renzi, moltiplicando i contratti temporanei legati al turismo che non avranno alcun futuro dall’autunno in poi) e CGIL che parla di 331.666 contratti di […]

Leggi di più…

Read more

Il modo migliore per NON vendere su Linkedin è aprire un Gruppo (per vendere).

Aprire un Gruppo in Linkedin dopo essersi accertati che non ne esistano già di simili che trattano stessi argomenti e tematiche, è una delle best practice da adottare nell’utilizzo di questo social network. Durante le mie sessioni di orientamento professionale ripeto all’infinito che il modo migliore per usare Linkedin non è “spammare” il proprio profilo […]

Leggi di più…

Read more

(S)vendere il lavoro che non c’è

Non nutro una grande passione per prestigiatori, mimi, imitatori e oroscopi. Esiste tuttavia una categoria che è il mesh-up perfetto di tutti questi: sono coloro che realizzano le statistiche sulle figure professionali più ricercate sul mercato. In genere si tratta di società di ricerca e selezione che, per affermare un’immagine un pò appannata e che in […]

Leggi di più…

Read more

Followers come polli d’allevamento

C’è un precedente nel modello di comunicazione utilizzato da Rudy Bandiera per la sua ultima provocazione di social media marketing alla ferrarese. E non è un caso di successo.  Riguarda due giovani, Mark e Audrey, che nel 2011 finsero una storia d’amore osteggiata dai genitori, al punto tale da chiedere ai loro followers di sostenerli economicamente […]

Leggi di più…

Read more

Col personal branding vendi anche la pasta

Il Personal Branding prescinde da ciò che vendi, ma è indispensabile affinchè tu venda. Ogni parola viene analizzata e confutata dalla rete, così che anche i migliori “leader di settore” finiscono nella raccolta differenziata dei Comunicati Stampa dei loro Amministratori Delegati. Il triste epilogo per quei manager che hanno costruito la propria immagine nascosti dietro una pesante […]

Leggi di più…

Read more